Accesso rapido:

 

Living Lab IoT - IoD: parte la sperimentazione IoT Threat Defense

Siglato l'accordo tra Città di Torino e CISCO Italia

News pubblicata il 25/02/2019

Siglato l'accordo di sperimentazione tra Comune di Torino e Cisco Italia che fornirà soluzioni di sicurezza per i progetti in ambito IoT della Città e offrirà agli studenti percorsi di formazione su cybersecurity e tecnologie IoT tramite il programma Cisco Networking Academy.

La sperimentazione IoT Threat Defense

La sperimentazione riguarda la possibilità di utilizzare le tecnologie CISCO¬†per la cybersecurity più innovative, con l’obiettivo di far nascere una piattaforma digitale per soluzioni IoT che integrino un alto livello di sicurezza.¬† L’ambizione è di creare modelli che possano essere proposti anche in altre città, a livello nazionale e internazionale.

Dal momento che la gran parte dei componenti IoT, come i sensori, non hanno un livello di protezione pari a quello dei prodotti informatici, come i computer, questo sistema di difesa permette di creare intorno a tutti questi dispositivi una “membrana di sicurezza”, ¬†facendo in modo che si possano comunicare e scambiare dati solo nei modi previsti.¬† A questo si aggiunge la possibilità di monitorare tutto il traffico che transita sulla rete e nel cloud per analizzarlo e bloccare le minacce informatiche prima che possano fare danni. Inoltre, le aziende e start up che aderiranno a IoT Threat Defense potranno accedere a servizi professionali e tecnici per migliorare la loro capacità di gestire la sicurezza informatica.

La collaborazione avrà la durata di 18 mesi e sarà realizzata attraverso uno dei partner certificati di Cisco.¬†

Inoltre Cisco¬†svilupperଆpercorsi di formazione basati sul suo Programma Cisco Networking Academy: un programma che l’azienda propone come iniziativa di responsabilità sociale d’impresa a scuole, università, enti pubblici e non profit, ¬†per creare opportunità di lavoro e di inclusione sociale allineate con la trasformazione digitale.¬† Il programma, che negli ultimi due anni e mezzo ha coinvolto oltre 100.000 studenti italiani, interesserà una serie di Istituti Tecnici torinesi, permettendo ai ragazzi di acquisire competenze su cybersecurity e Internet delle Cose immediatamente spendibili sul mondo del lavoro.

Cisco sarà disponibile a realizzare insieme al Comune di Torino anche altre attività di formazione, ad esempio nei confronti dei dipendenti comunali o di altri soggetti individuati insieme, con l’obiettivo di allargare il più possibile la platea di persone che abbiano l’opportunità di acquisire competenze in tema di sicurezza informatica.

 

I laboratori aperti attivi sul territorio

Ad oggi,¬†sette progetti sono già partiti¬†e altri saranno avviati nei prossimi mesi.¬†

Oltre alle sperimentazioni Iot Threat Defense di CISCO, abbiamo già attivi sul territorio i seguenti living lab: Smart Level, Smart Noise e Smart Waste basate sulla rete SIGFOX di Nettrotter; la stazione per il monitoraggio della pioggia in tempo reale di Artys;¬†il sistema per l'efficientamento energetico degli impianti di riscaldamento, ventilazione e condizionamento dell'aria di Enerbrain; la soluzione per il monitoraggio del livello delle acque dei torrenti di CAE;¬†il sistema per il monitoraggio del rischio sismico e dei cedimenti strutturali degli edifici di Regola; Tellingstones, le pietre che parlano in grado di raccontare storie e informazioni turistiche ai passanti inviando le informazioni ai loro smartphone.

 

Torino City Lab: l’evoluzione della policy dei living lab

A partire dall'attivazione di Living Lab settoriali, la Città di Torino ha scalato la propria policy a supporto dell’innovazione e dell’attrazione di imprese lanciando il progetto Torino City Lab che trasformerà Torino in un laboratorio sempre aperto dove sperimentare in ogni area prodotti, servizi e modelli basati su tecnologie nuove e capaci di migliorare le nostre vite. www.torinocitylab.it

 

Last tweets