Accesso rapido:

 

Bando Pi.Te.F

Piattaforma Tecnologica di Filiera - Regione Piemonte

L’iniziativa è rivolta a partenariati composti da piccole e medie imprese, grandi imprese, organismi di ricerca pubblici o privati del Piemonte appartenenti ad una medesima filiera, dominio produttivo, catena del valore che, sul territorio piemontese, intendano sviluppare in forma collaborativa, progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale sui settori/ambiti individuati dalla Strategia di Specializzazione Intelligente (S3).

Il bando mira al rafforzamento di reti orizzontali e verticali tra attori della ricerca pubblica e privata, favorendo una massa critica di investimenti tale da favorire un incremento significativo degli interventi in R&S. I partenariati potranno includere anche imprese valdostane, con determinate caratteristiche.

Obiettivi specifici del Bando

Il Bando sostiene progetti di collaborazione tra un’impresa e i relativi partner di filiera, realizzati attraverso percorsi comuni di innovazione e contaminazione sinergica e in grado di riorganizzare le filiere di progettazione e di produzione o di riconfigurare i processi di business nell’ambito di catene di valore dinamiche e integrate.

In particolare, lo strumento si prefigge i seguenti obiettivi specifici:

  • sostenere e rafforzare le filiere produttive piemontesi, sfruttando le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per coniugare il patrimonio di ricerca e sviluppo e le expertise delle relative catene del valore
  • incentivare sinergie fra imprese appartenenti alla medesima filiera/dominio produttivo/catena del valore e Organismi di Ricerca, a partire da presupposti di ricerca già almeno parzialmente acquisiti
  • stimolare programmi volti alla condivisione, trasferimento e introduzione di innovazioni tecnologiche in grado di migliorare prodotti, servizi, processi e organizzazione, sia delle singole imprese, sia dei partenariati
  • supportare la generazione di avanzamenti tecnologici
  • favorire l’integrazione in filiere tecnologico-produttive/supply chain caratterizzate da dinamiche di valorizzazione e condivisione del know how, delle leve di valore e dei nuovi paradigmi tecnologici e/o produttivi
  • coinvolgere gli Organismi di Ricerca pubblici e privati, le PMI e le start-up innovative, e i centri di trasferimento tecnologico più qualificati nella fornitura di tecnologie e servizi avanzati relativi alla filiera/dominio produttivo/catena del valore di riferimento
  • dare impulso allo sviluppo di professionalità di elevato profilo, mediante l’attivazione di assunzioni in apprendistato di alta formazione e ricerca

Tipologie di progetti

Il Bando sostiene le collaborazioni delle imprese con i propri partner di filiera nell'ambito di progetti di ricerca industriale e/o progetti di sviluppo sperimentale:

  1. realizzati da partenariati i cui soggetti appartengono ad una medesima filiera/dominio produttivo/catena del valore e tra cui intercorrano relazioni industriali e/o funzionali al business (filiera tecnologico-produttiva o supply chain).

  2. caratterizzati da un’impresa capofiliera/leader in possesso di riconoscibile peso strategico all’interno della filiera, nonché in grado di identificare i componenti del partenariato, definire il piano di investimento e coordinare il progetto. L’impresa capofiliera/leader deve possedere un core business coerente con la specifica filiera produttiva/supply chain oggetto del progetto.

  3. i cui risultati producano una ricaduta o siano oggetto di una valorizzazione condivisa nell’ambito delle relazioni industriali e/o funzionali al business. Il progetto deve dimostrare la capacità di tradurre gli obiettivi legati al valore della collaborazione in concreti e misurabili obiettivi economici/operativi, mediante un modello di ripartizione dei benefici raggiunti e degli investimenti effettuati. Il progetto dovrà evidenziare la valorizzazione congiunta da parte di tutti i partner.

Composizione dei partenariati

  • numero: da 2 (di cui almeno 1 PMI) fino a massimo 10 partner di qualunque dimensione
  • partecipazione PMI: obbligatoria nella misura minima del 30% del costo complessivo ammissibile della proposta progettuale
  • partecipazione GI: consentita nella misura massima del 40% del costo complessivo ammissibile della proposta progettuale
  • partecipazione Organismo Ricerca: non è richiesta obbligatoriamente. Se presenti, non possono sostenere più del 30% dei costi ammissibili del progetto e devono destinare almeno il 20% delle spese di personale all’attivazione di nuovi contratti di ricerca
  • soglia minima e massima di investimento: ciascun partner dovrà sostenere minimo 10% e massimo 70% dei costi ammissibili di progetto.

Dimensioni dei progetti

I progetti devono riguardare programmi di attività di importo complessivo delle spese e dei costi ammissibili¬†compresi fra¬†3 e¬†10 milioni di euro.

Ambiti scientifici e tecnologici ammessi

I settori definiti dalla S3 regionale, relativamente ai quali potranno essere attivate – nell'ambito del bando – le proposte di candidature all'agevolazione, sono i seguenti: aerospazio, automotive, chimica verde, meccatronica, made in (agroalimentare e tessile) e innovazione per la salute.

I progetti finanziabili devono concludersi nell'arco di 24 mesi dalla data di concessione del contributo.

Note

Viene confermato¬†l’indirizzo volto all'integrazione tra le politiche di ricerca e innovazione e quelle sul capitale umano a valere sulla nuova programmazione 2014/2020, che, nell'ambito dell’iniziativa, assumerà concretezza mediante lo strumento di assunzione di giovani secondo il modello di apprendistato di alta formazione e ricerca nell'ambito dei progetti di Piattaforma.

Per ogni singola proposta progettuale le imprese facenti parte della compagine, in fase di presentazione del progetto definitivo, dovranno assumere l’impegno ad attivare un numero di assunzioni minime per fascia di investimento. I percorsi formativi in apprendistato saranno progettati nel rispetto degli ordinamenti universitari e aderiranno alle specifiche necessità, in termini di contenuti professionalizzanti, espressi direttamente dalle imprese.

Dotazione finanziaria

La dotazione finanziaria regionale a valere sui Fondi POR-FESR 2014-2020 è stabilita programmaticamente in¬†€ 16.062.000.

II costi derivanti dall'attività di formazione, nell'ambito dell'apprendistato in alta formazione e ricerca, saranno sostenuti con un finanziamento addizionali derivanti dal POR FSE della Regione Piemonte, disposto direttamente dalla Direzione Coesione Sociale a favore delle agenzie formative, secondo i fabbisogni finanziari che scaturiranno dall'effettiva domanda formativa da attivarsi.

Il supporto di Torino wireless

Ai consorzi in fase di sviluppo, su richiesta di Grandi Imprese o di Organismi di ricerca, Torino Wireless offre assistenza in termini di:

  • Strutturazione di proposte progettuali

  • Sviluppo partenariati¬†- con particolare riferimento alla ricerca di possibili partner ICT tra cui PMI, qualificati secondo quanto previsto dal Bando – verificando i requisiti di ammissibilità e il contributo progettuale.

Per ricevere il supporto di Torino Wireless o segnalare specifici quesiti tecnici sul bando si prega di inviare una e-mail a bandi@torinowireless.it.  

Tempi e modi

Il bando¬†è in modalità sportello fino a esaurimento risorse. La¬†procedura di presentazione della proposta progettuale è articolata in due fasi:

  1. Fase 1.
    Manifestazione di interesse, prenotazione dei fondi e autorizzazione alla presentazione della domanda da inviare a Finpiemonte via PEC a partire dal 15 luglio.

  2. Fase 2.
    Presentazione della domanda

In caso di esito positivo della Manifestazione di interesse, la domanda si può presentare secondo la procedura informatizzata. Tale domanda dovrà essere corredata del Piano di sviluppo e del Piano economico-finanziario di dettaglio.

Documentazione

Scarica il testo del bando e gli allegati sul sito della Regione Piemonte. 

News & Eventi

16Luglio

Corporate Meeting New Members

44° edizione del Corporate Meeting: le imprese che hanno...

08Luglio

Servizi ad alta tecnologia per le imprese

In vista del prossimo bando regionale “V-IR - Voucher ...

Last tweets